Quanto Guadagna un Avvocato nel 2019?

Poco.

Anzi, pochissimo. Fine.

Come? Devo scrivere più di mille parole altrimenti Google non mi indicizza?

Ok, allora meglio ricominciare da capo.

Solo per oggi ci dimentichiamo di essere eleganti e cominciamo con l’argomento più controverso e scivoloso della storia dell’uomo: il denaro.

Che ci piaccia o meno è per questo che andiamo a lavorare no?

Forse non tutti, ma senza è impossibile stare.

Quando ho iniziato a postare gli articoli introduttivi l’ho fatto per un motivo ben preciso.

Secondo me erano indispensabili per farti capire il background della mia società, il nostro modo di pensare utile al raggiungimento dei tuoi obiettivi di carriera e di vita.

Tuttavia due delle domande più frequenti che mi sono state poste sono state: “si ok, ma quanto guadagni?” e “quanto guadagna un avvocato nel 2019?”.

Making money is art. And working is art. And good business is the best art.”

Andy Warhol

Ci sono buone e cattive notizie.

Partiamo dalla fine.

Ne abbiamo già parlato diffusamente: il mestiere dell’avvocato – inteso come eravamo abituati a conoscerlo da bambini – è bello che andato.

Infondo il legale è sempre stato un artigiano e se una volta c’erano solo poche botteghe in città, oggi ne sono spuntate a migliaia e più precisamente 240.000 per un rapporto di 1:250 in riferimento alla popolazione italiana.

Alcuni di voi hanno ricevuto la chiamata mistica, altri sono stati instradati dai genitori e forse qualcun’altro ancora ha sbagliato classe all’inaugurazione dei corsi universitari.

Quale che sia il motivo che vi ha spinti ad intraprendere giurisprudenza è pacifico che ci sia stata, seppur in minima parte, la consapevolezza di andare a guadagnare bene e di essere professionalmente padroni del vostro destino.

Tuttavia l’elevato numero di avvocati iscritti all’albo, la crisi economica che ha colpito duramente il nostro paese, lo stesso avvento di Internet e la comparsa sul mercato di professionisti con competenze trasversali ha sancito una diminuzione del reddito medio.


L’età dell’oro pare essere al tramonto. Ma è davvero cosi?


Oggi, secondo i dati pubblici consultabili sul sito dell’Ordine Forense, corrisponde a poco meno di 40.000 euro annui.

Per un approfondimento sui numeri ti invito a visitare il sito dei ragazzi di LegalDesk che si sono espressi, in termini recenti ed a più ampio respiro, su questa stessa tematica.

Che te ne pare?

Decisamente niente di interessante se consideri la fatica per accedere alla professione e lo stress di un mercato che, agli occhi della vecchia generazione di avvocati, può apparire saturo.

Ma ecco il lato positivo della medaglia: questa cifra deve essere solo interpretata in modo corretto.

Punto primo, sono tantissimi gli iscritti all’albo che però non esercitano la professione.

Conosco personalmente imprenditori, consulenti, ma anche dipendenti che restano iscritti all’albo solo per prestigio, senza svolgere le funzioni dell’avvocato.

I motivi possono essere i più disparati ma, in questa sede, non è importante.

Punto secondo: ad alzare la media sono i redditi degli avvocati over 50 e questo per il solo fatto di essere presenti da più tempo sul mercato e quindi meglio posizionati.

Immagina che questi avvocati abbiano trascorso gli ultimi vent’anni a pubblicizzare offline la propria persona fino a raggiungere la più alta indicizzazione possibile.

Oggi basta un budget di dieci euro ed un pomeriggio per raggiungere lo stesso pubblico con un advertising che sponsorizza la tua gamma di servizi.


NextLawyer nasce per prepararti, con contenuti digitali, all’esame da avvocato.


Ma non solo.

E’ lo strumento utile a strutturare la tua carriera in modo definitivo, nella maniera più profittevole che esista.

Come?

Andando a sfruttare tutte le vulnerabilità di un mondo che non saprebbe nemmeno scrivere la parola marketing.

Figuriamoci adottare delle soluzioni moderne e fresche per far circolare il proprio personal brand.

All’interno dei nostri prossimi video ti racconterò tutto.

Quali caratteristiche deve avere l’avvocato di nuova generazione e come esaltare il proprio personal brand per raggiungere, con un solo click, milioni di potenziali clienti.

Una cosa è certa: non farti fermare da chi spara sentenze drastiche e trancianti sul tuo business perché, che piaccia o no, la figura dell’avvocato servirà fino all’ultimo giorno in cui vivremo in uno stato di diritto.


Ci sarà sempre la possibilità di differenziarsi percorrendo strade inesplorate.


In che modo?

Prestando attività di consulenza per società multimilionarie e ancora cogliendo l’occasione di specializzarsi in nicchie di settore o in mercati esteri per vedere i propri profitti schizzare alle stelle.

Per quanto riguarda invece la prima domanda (“Gianmaria quanto guadagni?”) è presto detto.


In estrema sintesi: zero, nada, niente, nothing.


Come sai io sono un (aspirante) imprenditore.

La prendo alla lontana.

Nonostante lavori come praticante in uno studio legale, sto assaggiando tutte le opportunità che la vita mi mette davanti.

Una volta entrato in contatto con il mondo del diritto ho cercato di coltivare dei business laterali perché ho visto che c’era spazio per concretizzare le mie idee.

Ho una società molto apprezzata che si occupa di indagini digitali, formazione e cybersecurity e presto consulenza per alcune società italiane.

Tutti i miei ricavi vengono costantemente reinvestiti nei miei progetti.

Da qualche mese nel più importante di tutti per far si che il mondo digitale abbracci in maniera definitiva quello legale: NextLawyer è la mia priorità e così anche del mio Team.

Con quello di oggi siamo quasi arrivati alla fine dei miei articoli introduttivi.

Tra pochissimo lascerò il testimone agli oltre 20 avvocati che lavorano per questa società e mi dedicherò a curare i contenuti che troverai su Instagram, Facebook, LinkedIn e Youtube.

Prima però voglio confrontarmi con te sui miei primi mesi da praticante e raccontarti tutto quello che ho visto e imparato sulla mia pelle.

GDR

PS: Quanto credi che sia importante il denaro nella vita di un avvocato?

Sono curioso di conoscere il tuo punto di vista.

Vieni a trovarci sui nostri canali social.

Ti aspettiamo!