L’avvocato e Masterchef – l’intervista

Cos’hanno in comune NextLawyer e Masterchef? Apparentemente nulla. Specie nel caso del nostro Gianmaria che avrebbe difficoltà a prepararsi un toast.

In realtà però, sono diversi gli avvocati che in questi anni sono riusciti a raggiungere la fase finale del talent show culinario più guardato al mondo.

La trasmissione vede susseguirsi una serie di prove in cui i concorrenti devono dimostrare le proprie abilità in campo culinario. Queste comprendono conoscenza dei prodotti, eccezionale inventiva e padronanza delle diverse cotture o ricette; inoltre si richiede capacità di adattamento in diverse situazioni, tattica nel gioco e carisma umano.

Partono in migliaia, ma arrivano solo in venti.

Uno di questi, nella stagione appena conclusa, è l’avvocato Fabio Scotto Di Vetta. Di origine campane e dal bell’aspetto, si è rivelato un ottimo talento anche fra i fornelli, arrivando puntata dopo puntata, ad un passo dalla fase finale.

 

 

Specializzato nel diritto civile (ed in particolare sulla responsabilità medica), si è reso disponibile ad un’intervista per noi, ma soprattutto per la nostra community fatta di studenti, praticanti ed avvocati.

Ovviamente a distanza: purtroppo continua l’emergenza sanitaria del coronavirus e con essa la quarantena.

I temi trattati sono stati tantissimi: dall’uso dei social nel mondo del diritto alla cucina, passando per l’esame di stato.

Ancora: inediti sulla trasmissione, consigli culinari (il piatto della quarantena) e rapporto con i giudici.

Dove trovi l’intervista? Sui nostri canali social, ovviamente! Non ci segui ancora?


CLICCA QUI

per accedere direttamente alla nostra pagina Instagram e vedere l’intervista completa di NextLawyer e Masterchef.


Cosa ne dici? Ti è piaciuta? Fabio si è dimostrato davvero una persona interessantissima e altrettanto educata ed elegante.

Quali altri protagonisti del mondo del diritto vorresti conoscere meglio? Scrivici sui social e via mail, faremo il possibile per accontentarti.

Nel frattempo mi raccomando, resta a casa. Per te e per i tuoi cari.

A presto,